Novità importanti sul fronte della E-mobility. Un report stilato dagli analisti di Bloomberg ha rilevato che entro sei anni, e cioè prima del 2027, i veicoli elettrici avranno nell’Unione Europea un prezzo inferiore rispetto a quelli a benzina o diesel. La relazione prevede inoltre che prima del 2035 auto e furgoni elettrici copriranno il 100% delle vendite nell’UE, e questo anche in assenza di incentivi economici o tassazioni agevolate.
I motivi? Il calo dei costi delle batterie (-58% entro il 2030 secondo le stime) e le normative comunitarie sulle emissioni di CO2 sempre più stringenti.

Lo studio di Bloomberg, commissionato dalla T&E (Federazione europea Transport & Environment), ha rilevato che il primo segmento di veicoli elettrici a diventare competitivo sul mercato con quelli a combustibili fossili sarà quello dei veicoli commerciali leggeri, che potrebbero diventare più convenienti già nel 2025. Poi toccherà alle berline e i SUV di tutte le dimensioni, mentre le ultime a raggiungere la “parità” di costo saranno le auto di piccolo taglio.