Primi freddi, venti forti, neve ovunque oltre i mille metri. Dicembre è entrato decisamente nella parte, ma per quanto questa coda di stagione potrà essere gelida, l’autunno 2020 sarà archiviato come il più caldo dell’era moderna in Europa. Il merito è del mese di novembre, che è stato più caldo di 0.8 gradi centigradi rispetto alla media registrata tra il 1981 e il 2010, e più alta di 0.1 gradi in confronto al novembre del 2019. Il novembre 2020 è stato dunque il più caldo di sempre, o almeno da quando sono rilevate le temperature in tutto il mondo.

Le temperature hanno segnato dei rialzi sensibili in vaste aree dell’Europa settentrionale, della Siberia e dell’Oceano Artico, ma anche negli USA, in Sud America, in Africa meridionale e in gran parte dell’Australia.   Lo dice il rapporto del Copernicus Climate Change Service, il programma di osservazione della terra dell’UE, ed è un’ulteriore prova del fatto che il clima del nostro pianeta stia rapidamente cambiando, puntando verso condizioni climatiche sempre più calde.