“Gli alberi possono migliorare la salute ed il benessere delle persone, possono ridurre i rumori, proteggere le fonti idriche, prevenire l’erosione del suolo e ridurre i costi energetici per l’aria condizionata e il riscaldamento”. C’è questo ragionamento prezioso alla base del Tree Cities of the World, programma promosso da FAO e Arbor Day Foundation che promuovendo una gestione efficiente delle risorse verdi urbane ha l’obiettivo di ispirare e creare città sempre più resilienti e sostenibili. Città che possano collegarsi in una rete internazionale, condividendo conoscenze e buone pratiche per la gestione sostenibile delle foreste urbane e degli spazi verdi.

Sono 59 quelle che si sono guadagnate finora il titolo di ‘Tree City’ riconosciuto dal programma, città pioniere di questo progetto virtuoso. Tra queste metropoli del calibro di New York, Parigi, Madrid, San Francisco e Toronto ma anche centri più piccoli come Thunder Bay (Canada), Bradford (Gran Bretagna) e Arroyomolinos (Spagna). Nella rete ci sono anche tre città italiane, Milano, Torino e Mantova.