Venti a largo di Sicilia e Sardegna, oltre dieci lungo la costa Adriatica e gli altri disseminati tra Tirreno e Ionio. Il Ministero della Transizione Ecologica ha confermato di aver ricevuto la presentazione per 40 progetti di impianti eolici offshore flottanti da collocare al largo delle coste italiane e dunque privi di impatto paesaggistico. “Il MITE – si legge nella nota diffusa – sta proseguendo i propri lavori volti a favorire lo sviluppo di una nuova generazione di impianti offshore galleggianti. In particolare si sta concludendo il primo giro di incontri bilaterali con le singole società e i gruppi di società proponenti”.

Sessantaquattro le manifestazioni di interesse pervenute in Ministero, da parte di imprese, singole e consorziate, associazioni di tutela ambientale e altri soggetti. Dei 40 progetti presentati, la metà sono circostanziati.

“E’ già previsto un ulteriore giro di riunione – continua la nota del Ministeroper valorizzare le possibili sinergie derivanti dalla previsione di più impianti nelle medesime aree di mare, d’intesa fra i proponenti, e per condividere lo stato dei lavori con le associazioni di tutela ambientale e gli altri soggetti partecipanti”.